Gentili famiglie e cari genitori, in questi giorni avete già ricevuto sugli account istituzionali dei vostri figlioli le notizie relative ad una importante iniziativa che vede protagonista il nostro istituto comprensivo. 

Considerando la situazione epidemiologica attuale, caratterizzata dalla presenza di varianti del virus più facilmente trasmissibili, e tenuto conto dell’assenza di azioni di prevenzione verso bambini e ragazzi, pensiamo sia necessario riuscire a tracciare in ambito scolastico i soggetti positivi sintomatici ed asintomatici, insieme ai loro possibili contattie, e interrompere così la catena di trasmissione del virus.

Per questa ragione abbiamo organizzato per lunedì 12 aprile o in date successive (a seconda della disponibilità degli operatori sanitari e del numero di adesioni), uno screening, GRATUITO, ovviamente facoltativo, rivolto a tutti i nostri alunni della scuola dell’obbligo (6-14 anni) ad eccezione degli alunni e delle alunne frequentanti le classi II e III di scuola media perché interessate dal DPCM in vigore dal 6 aprile che dispone, fra le altre, il ricorso alla DaD per le classi indicate (trovate in allegato anche la lettera della ripresa attività). L’iniziativa, prima e al momento unica in Calabria, è resa possibile grazie ad una preziosa collaborazione con l’Istituto Marco Polo, ong senza fini di lucro, che promuove e realizza azioni di cooperazione internazionale e persegue, tra gli altri, gli obiettivi del soddisfacimento dei bisogni fondamentali nei campi della salute e dell’educazione attraverso azioni di azioni dicooperazione tra enti pubblici e privati a livello regionale, nazionale ed Europeo.Screening

 

Per le modalità di attuazione dell'iniziativa, vi preghiamo di consultare gli allegati al presente articolo che comprendono anche informativa e modulo di consenso da compilare in tempi brevi.

Come già detto, il ritorno a scuola (mercoledì 7 aprile) prevede che le attività didattiche dalla seconda media si svolgano a distanza - secondo il consueto orario scolastico e le modalità che ormai conoscete -, garantendo comunque la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

 

Inizio pagina